Prelievi ed Esami

Prelievi ed Esami

PRELIEVI PER PAZIENTI PEDIATRICI (COMPRESA ETA’ NEONATALE)

Presso il laboratorio (sedi di Bari – Via Quintino Sella 12/14; sede di Mola di Bari – Via Buttaro 5/7/9) con procedura preferenziale (diritto di precedenza ogni tre numeri)

PRELIEVI PER PAZIENTI GRAVIDE

Presso il laboratorio (sedi di Bari – Via Quintino Sella 12/14; sede di Mola di Bari – Via Buttaro 5/7/9) con procedura preferenziale (diritto di precedenza ogni tre numeri)

SERVIZIO DI URGENZA

Accettazione, esecuzione e refertazione di esami in regime di urgenza (orario 7.30 – 13.30; orario pomeridiano previo contatto telefonico)

ASSISTENZA AZIENDALE

Prelievi di campioni biologici (sangue, urine, feci, espettorato, ecc,..) presso le sedi aziendali.

PRELIEVI DOMICILIARI

presso gli sportelli di accettazione negli gli orari di apertura del laboratorio.

MODALITA’ DI ACQUISIZIONE DEI CAMPIONI

Prelievi ematici: digiuno da almeno 12 ore evitando pasti serali abbondanti.
Per i neonati può essere sufficiente il digiuno di 3-4 ore. Per esami che richiedono modalità di raccolta particolari, si consiglia di chiedere informazioni al Laboratorio.

Esame delle urine/urinocolture: Lavare accuratamente i genitali esterni. Raccogliere un campione delle prime urine del mattino dopo un riposo notturno di almeno otto ore scartando il primo getto. Se il paziente ha urinato durante la notte, le urine raccolte il mattino devono essere rimaste in vescica PER UN MINIMO DI QUATTRO ORE

Esami sulle urine delle 24 ore: raccogliere le urine di 24 ore nell’apposito contenitore, eliminando la prima minzione del primo giorno (es. alle ore 7.00) e includendo la prima minzione del giorno successivo (ore 7.00)

Esame delle feci: raccogliere un piccolo campione di feci del primo mattino nell’apposito contenitore sterile.

Esame batteriologico del liquido seminale: raccogliere il liquido seminale in un contenitore sterile.

Esame funzionale del liquido seminale (spermiogramma): rispettare un’astinenza di 3-5 giorni, raccogliere il liquido seminale in un contenitore sterile. Portare il campione in laboratorio entro 30 min. dalla raccolta evitando esposizioni a temperature inferiori a 20°C e superiori a 36°C.

Esami colturali: per gli esami microbiologici (tampone faringeo, vaginale, nasale, uretrale, oculare, auricolare, ecc) si raccomanda di non assumere antibiotici nei 6 giorni precedenti il prelievo, salvo diverse indicazioni del medico.

Tampone faringeo: a digiuno senza aver lavato i dentI..


PREPARAZIONE PER ESAMI PARTICOLARI:

 

H2 BREATH TEST PER L’INTOLLERANZA AL LATTOSIO/LATTULOSIO

  • nei 7 gg precedenti il test il paziente non deve assumere farmaci a base di antibiotici, fermenti lattici, lassativi. deve alimentarsi con:
  1. colazione: una tazza di tè
  2. pranzo : riso bollito con poco olio
  3. cena : bistecca o pesce lesso con insalata
  • dalle ore 21.00 del giorno precedente il test il paziente deve osservare un digiuno completo
  • dalle ore 7 del giorno del test il paziente deve bere 2 bicchieri d’acqua, restare a digiuno, non fumare, non lavarsi i denti, non svolgere attività fisica.

BREATH TEST per Helicobacter pylori

Eseguire il test a distanza di 3-4 settimane dalla fine di terapie con antibiotici, composti del bismuto, inibitori della pompa protonica.

CURVA GLICEMICA

Dopo aver effettuato un prelievo basale per la determinazione della glicemia, al paziente viene somministrata una quantità di soluzione di glucosio pari a 75 g da bere entro 5 minuti.

Vengono poi effettuati diversi prelievi secondo il seguente orario:

  • 30 minuti dal prelievo basale
  • 60 minuti dal prelievo basale
  • 90 minuti dal prelievo basale
  • 120 minuti dal prelievo basale

MINICURVA GLICEMICA PER LA DONNA IN GRAVIDANZA (Test di Sullivan)

Dopo aver effettuato un prelievo basale per la determinazione della glicemia, alla paziente in gravidanza viene somministrata una quantità di soluzione di glucosio pari a 50 g da bere entro 5 minuti. Viene poi effettuato un secondo prelievo dopo 1 ora dal prelievo basale.

Curva glicemica per la donna in gravidanza Dopo avere effettuato un prelievo basale per la determinazione della glicemia, alla paziente in gravidanza viene somministrata una quantità di soluzione di glucosio prescritta dal medico, pari a 100 g da bere entro 5 minuti.

Vengono poi effettuati 3 prelievi in base al seguente orario:

  • 60 minuti dal prelievo basale
  • 120 minuti dal prelievo basale
  • 180 minuti dal prelievo basale

CURVA INSULINEMICA

Dopo aver effettuato un prelievo basale per la determinazione dell’insulina, al paziente viene somministrata una quantità di soluzione di glucosio pari a 75 g da bere entro 5 minuti. Vengono poi effettuati diversi prelievi in base al seguente orario:

  • 30 minuti dal prelievo basale
  • 60 minuti dal prelievo basale
  • 90 minuti dal prelievo basale
  • 120 minuti dal prelievo basale

PROFILO GLICEMICO ORE 8-11-14

Essere a digiuno da 8 ore ma non da più di 12 ore per il prelievo basale dopo il quale assumere terapia antidiabetica e colazione.
Effettuare il prelievo alle ore 11.00
Pranzare entro le ore 12.00 (rispettare assolutamente l’orario perché il prelievo deve essere eseguito 2 ore dopo il pranzo; non variare l’alimentazione abituale, assumere la terapia antidiabetica)
Effettuare il prelievo alle ore 14.00

ESAMI MICROBIOLOGICI SULLE FECI

Per la ricerca di patogeni enterici e di parassiti inviare al laboratorio 3 campioni prelevati in giorni differenti. Un solo campione di feci per parassiti ed enteropatogeni non e’ sufficiente per una diagnosi d’esclusione.

SCOTCH-TEST

  • Materiali per l’esecuzione dello scotch-test:
    • Nastro adesivo trasparente
    • Vetrini portaoggetti 76×26 mm
  • Modalità di esecuzione dello scotch test
    • Appoggiare con decisione il nastro adesivo piu’ volte sulla cute della regione perianale
    • Ridistendere il nastro adesivo sul vetrino con la parte adesiva in basso.

ESPETTORATO

  • Al mattino a digiuno procedere ad una accurata pulizia del cavo orale ed effettuare dei gargarismi con acqua.
  • Raccogliere l’espettorato dopo un colpo di tosse; l’espettorato deve provenire dalle basse vie aeree e non deve essere contaminato da saliva
  • Se il paziente ha difficoltà ad espettorare, si può ricorrere alla induzione aerosolica:
    • Far inspirare al paziente, lentamente e profondamente, un aerosol di soluzione salina tiepida per una decina di volte
    • raccogliere, successivamente, l’espettorato nel contenitore sterile

Un solo campione e’ in genere sufficiente nel caso di sospetto di polmoniti batteriche, mentre in caso di sospetta infezione tubercolare sono necessari tre campioni raccolti in tre mattine distinte.

TAMPONI VAGINALI

  • astenersi dai rapporti sessuali nelle 24 ore precedenti l’esame;
  • sospendere ogni terapia antibiotica e antimicotica da almeno una settiman
  • non eseguire irrigazioni vaginali nelle 24 ore precedenti l’esame

Il prelievo non può essere eseguito durante il ciclo mestruale salvo in casi in cui la sintomatologia acuta renda indispensabile il prelievo anche in tale periodo

TAMPONI URETRALI

Il/la paziente:

  • deve astenersi dai rapporti sessuali nelle 24 ore precedenti l’esame;
  • deve aver sospeso ogni terapia antibiotica e antimicotica da almeno una settimana;
  • non deve avere urinato nelle precedenti tre ore
  • la donna non deve aver eseguito irrigazioni vaginali nelle 24 ore precedenti l’esame;

TEST DI MEARES-STAMEY

Il paziente deve avere la vescica piena, non aver eiaculato da almeno 2 giorni e non essere in terapia antibiotica da un mese; quindi deve:

  • raccogliere in un primo contenitore le urine,
  • eseguire un prolungato massaggio prostatico ad entrambi i lobi della ghiandola e raccogliere la secrezione prostatica cercando di favorirne l’uscita dal meato uretrale premendo dalla base del pene fino al glande.
  • raccogliere, a questo punto, le urine in un terzo contenitore.

CITOLOGIA URINARIA

Scarare la prima minzione del mattino, bere un bicchiere d’acqua, dopo due ore raccogliere direttamente le urine nel contenitore precedentemente fornito dal laboratorio. Il contenitore contiene apposito fissativo.E’ consigliabile eseguire una raccolta di tre campioni in tre giorni consecutivi.

RENINA- ALDOSTERONE IN CLINOSTATISMO

Il paziente dovrà rimanere disteso per circa tre ore, dopo le quali verrà effettuato il prelievo.

RENINA- ALDOSTERONE IN ORTOSTATISMO

Il prelievo verrà eseguito dopo 2 – 3 ore di stazione eretta o almeno 1 ora di deambulazione a passo veloce.

ACTH

Eseguire il prelievo tra le 10.00 e le 12.00

CORTISOLO

Eseguire il prelievo tra le 8.00 e le 10.00

TEST CITOTOSSICO

Non assumere antistaminici e cortisonici nei 7 giorni precedenti il test.